Furukawa Hideo accoglie così il pubblico di #incroci18